All’asta un tesoro da 100 milioni di dollari di capolavori di Pablo Picasso

Come vociferato da Artnews, la famosa catena americana di alberghi MGM Resorts ha annunciato oggi i suoi piani per vendere un gruppo di opere di Pablo Picasso in un’asta a Las Vegas organizzata per la fine di Ottobre di quest’anno. Organizzata da Sotheby’s, la vendita avrà luogo come un’asta serale in diretta dall’iconico hotel Bellagio della città il 23 ottobre, con le 11 opere offerte del modernista spagnolo che dovrebbero raggiungere un valore collettivo di 100 milioni di dollari.

La decisione di vendere la sua collezione di Picasso è una mossa da parte della MGM per ristrutturare la sua collezione d’arte rivolta al pubblico e concentrarsi sulla presentazione di altri artisti. Ari Kastrati, chief hospitality officer di MGM Resorts, ha detto in una dichiarazione che la decisione fa parte di una strategia più ampia per dare “una voce maggiore agli artisti delle comunità sottorappresentate“.

Tra i pezzi forti della collezione c’è il ritratto di Marie-Thérèse Walter, la prima storica musa del pittore spagnolo. Intitolato Femme au beret (1938), il dipinto raffigurante una giovane Marie-Thérèse dai capelli biondi dovrebbe essere venduto per 20 milioni di dollari. È stato venduto l’ultima volta all’asta nel 1987 per 880.000 dollari ed è stato acquistato dal magnate dei casinò di Las Vegas e collezionista di punta Steven Wynn nel 1998.

L’intero gruppo di opere va dai dipinti come Femme au beret alle opere su carta e agli esperimenti di ceramica dell’artista, dal 1917 al 1969. “È un viaggio relativamente completo attraverso la vita dell’artista“, ha detto in un’intervista Brooke Lampley, presidente di Sotheby’s e responsabile mondiale delle vendite di belle arti globali. “Dà una panoramica della diversità del lavoro della sua vita“.

Altri esempi di punta dell’offerta includono due grandi ritratti di fine periodo Homme et enfant (1969-70) e Buste d’homme (1969-70). Insieme, i dipinti dovrebbero raggiungere un valore di almeno 30 milioni di dollari. Ognuno di essi fu incluso nell’ampia mostra del 1973 dell’artista al Palais des Papes di Avignone, in Francia. Una natura morta intitolata Nature morte au panier de fruits et aux fleurs (1942) è stimata a 10 milioni di dollari, 15 milioni di dollari.

La vendita della collezione MGM segnerà anche la prima volta per Sotheby’s di una vendita di opere importanti negli Stati Uniti al di fuori della sua sede centrale di New York, segnalando potenzialmente un cambiamento più ampio in tutto il mercato. Lampley ha detto che la decisione di ospitare la vendita a Las Vegas è un modo per la casa d’aste di adattare la sua offerta per offrire ai clienti più importanti esperienze di lusso al di fuori della programmazione tradizionale dell’asta. “Una delle nostre rivelazioni chiave della pandemia è che la nostra clientela attuale accoglie il cambiamento e la specificità dell’esperienza”, ha detto Lampley.

I pezzi più importanti dell’asta saranno esposti al pubblico presso la sede della casa d’aste di York Avenue dal 7 al 12 settembre e poi viaggeranno a Taipei e Hong Kong prima di fare la sua ultima tappa alla galleria d’arte Bellagio dell’hotel in vista della vendita serale alla fine di ottobre. Lampley ha aggiunto che l’asta offre al pubblico la possibilità di concentrarsi sui Picasso nell’esposizione “intima” dell’hotel.

Qui, l’articolo originale su Artnews.

Acquerello digitale di Medusa, Gorgone della mitologia greca, il cui sguardo aveva il potere di pietrificare che l'avesse fissata.
Paul Cezanne MoMa: Cezanne Drawingmmontinari.it